Crea sito

Waitrose e John Lewis insieme per continuare a sostenere le famiglie bisognose

retailexperience-journal by Retailtrend.it (21 gennaio 2021)John Lewis e Waitrose si sono impegnati a continuare i loro sforzi per sostenere le famiglie bisognose, con una serie di iniziative progettate per fornire cibo, calore e confort ai nuclei più vulnerabili durante la terza fase della pandemia nel Regno Unito.

La campagna di Natale “Give a Little Love“, che aveva un messaggio di gentilezza al suo interno, ha di fatto raccolto oltre 3 milioni di sterline per gli enti di beneficienza Home-Start e FareShare, attraverso la collaborazione di clienti e delle comunità locali, che hanno voluto donare un poco di amore ai più sfortunati.

Waitrose & Partners Edgware Road

Attraverso questa iniziativa, Home-Start, che si avvale di una vasta rete di volontari, ha sostenuto circa 10.000 famiglie durante il periodo natalizio, il doppio del numero che si proponevano di raggiungere. L’organizzazione, ha visto anche un maggiore afflusso di richieste di aspiranti volontari: 1.000 persone hanno offerto il loro aiuto. Il sito web ha aumentato le visualizzazioni del +353% nel momento che la campagna è stata lanciata.

“Give a Little Love – ha detto Peter Grigg, AD di Home-Start UK – è stato una forza galvanizzante nell’ispirare orgoglio e gentilezza e ha raccolto fondi davvero importanti per il lavoro di Home-Start. Tuttavia, le famiglie continuano a lottare, bloccate dalla povertà e dall’solamento e tutti noi vogliamop fare ancora di più per dare un concreto aiuto in questo delicato momento. Questa fase cruciale successiva garantirà che potremo svolgere la nostra parte assistenziale, per stare al fianco delle famiglie che stanno lottando e fornire un supporto emotivo e pratico, come il riscaldamento, l’abbigliamento e l’interazione umana”

Allo stesso modo, FareShare ha affermato che il fondo li ha aiutati ad assistere le “banche alimentari” e ha consegnato l’equivalente di quattro milioni di pasti a famiglie, scuole (cibo per studenti), rifugi e altre organizzazioni. Anche in questo caso, con l’inizio della campagna, si è registrato un incremento di volontari (+364%) rispetto al 2019 e il sito web ha avuto un incremento di visite pari al +255%.

“Attraverso questa campagna, che ha raccolto fondi vitali, amplificato la messaggistica, creato connessioni all’interno delle comunità e donato un poco d’amore verso i più bisognosi – ha sottolineato Linday Boswell, AD di FareShare – ci avete aiutato a garantire una distribuzione di cibo alle famiglie economicamente svantaggiate. Sfortunatamente l’attuale lockdown e il continuo impatto economico negativo della pandemia, continuerà ad ampliare il gap di disuguaglianza, quindi questo continuo supporto resta più importante che mai per aiutare le comunità a sopravvivivere”.

John Lewis & Partners Cheltenham

Sebbene la campagna di Natale, sia terminata a fine dicembre, gli enti di beneficenza hanno confermato, che la necessità di sostenere le famiglie in difficoltà, non è mai stata così grande e attuale.FareShare ha stimato che durante i primi due mesi del primo lockdown, 8 milioni di persone hanno sperimentato l’insicurezza di alimentarsi. Home-Start ha detto infine che continuano ad assistere alle necessità di nuclei familiari, che stanno affrontando il lockdown, lottando per approvvigionarsi delle necessità di base, come il riscaldamento contro il freddo e l’abbigliamento.

La partnership con Waitrose e John Lewis garantirà altri 2 milioni di sterline

Le attuali restrizioni e il costante impatto economico della pandemia, non faranno che accentuare queste difficoltà. Ed è proprio che in questa ottica, che la partnership si è impegnata a estendere il proprio supporto, mettendo insieme l’esperienza e la passione dei vari partner, delle risorse, delle reti e del tempo per soddisfare le esigenze specifiche delle persone più vulnerabili, con un’ulteriore donazione di 2 milioni di sterline.

Executive Director, John Lewis

“L’obiettivo della nostra campagna di Natale era di sfruttare lo spirito di gentilezza che abbiamo visto nel primo lockdown e non c’è dubbio che ci siamo riusciti – precisa Pippa Wicks, direttore esecutivo di John Lewis – ma è anche vero che le famiglie bisognose stanno affrontando una serie di pressioni completamente nuova. Sebbene il Natale sia tradizionalmente il momento del dono, crediamo di dover continuare questo spirito di gentilezza fino al nuovo anno”.

Inizialmente il partenariato esaminerà più da vicino la sua catena di fornitura, esplorando modi per garantire che i beni di cui hanno tanto bisogno, come cibo, indumenti pesanti, coperte, cuscini articoli di cancelleria, possano essere donati alle famiglie bisognose, in collaborazione come Home-Start e FareShare.

Executive Director, Waitrose

“Siamo entusiasti di essere stati in grado di fare una tale differenza – ha concluso, James Bailey, direttore esecutivo di Waitrose – poichè l’impatto di questa crudele pandemia si fa sentire più profondamente nella società, sappiamo che ora non è il momento di togliere il piede dal pedale. Stiamo lavorando con impegno con FareSharte per vedere come possiamo fornire ancora più cibo a coloro che stanno soffrendo la fame”.